La guerra a Google gliela faccio io: parola di Kumo!

Pubblicato il da The Voice of Silence

Udite, udite è in arrivo Kumo il nuovo motore di ricerca della Microsoft e come ogni presentazione degna di questo nome, si sta creando la giusta atmosfera di attesa intorno al nuovo fenomeno. Microsoft si sta preparando a offrire un motore di ricerca veramente competitivo per mettere qualche bastone tra le ruote di Google. In realtà un motore di ricerca già c'era, si tratta di Live.com, ma non è mai decollato ed è rimasto a una fetta di mercato abbastanza esigua (sotto il 10%), così con un investimento notevole e anni di sviluppi è pronto a uscire il suo sostituto che  doveva chiamarsi Kumo mentre ora - sembra - si chiamerà Bing. Con un budget di 80 milioni di euro per la promozione, il nuovo motore di ricerca sta per muovere le primie bracciate nell'oceano del web. Di sicuro la lotta sarà aspra e difficile, anche perché non sarà per nulla semplice contrastare un colosso come Google che è utilizzato da milioni di persone tutti i giorni. Tornando a Live, una piccola curiosità: Live è sfortunato anche per il nome del dominio, infatti quello giusto è semplicemente live.com ma migliaia di persone ogni ora digitano invece livesearch.com finendo in un sito che non ha nulla se non inserzioni pubblicitarie ovviamente di Google. Che la guerra abbia inizio.
.

Con tag giornalismo

Commenta il post

Ale 06/19/2009 12:24

segnalazione a tutti gli aspiranti giornalisti:

http://tv.repubblica.it/copertina/ricerca-il-plotone-d-esecuzione/34078?video
Non sparate alla ricerca

ciao! buon lavoro!

Roberta 06/17/2009 15:22

Sono d'accordo sul fatto che la guerra sia impari...ancora non ho visitato il nuovo motore di ricerca, ma mi fido della mia collega Francesca, sicuramente più abile di me....comunque sono davvero curiosa delle possibili capacità di questa neo creatura...vedremo

aeneida 06/04/2009 22:55

ho provato bing e fa acqua da tutte le parti. per ora non si può parlare nemmeno di competizione tra i due!

ALESSIA 05/29/2009 15:56

Certo che è una guerra impari, ma è proprio qui che sta il bello: magari la Microsoft tirerà fuori l'asso dalla manica stupendoci all'unanimità.

Davide 05/29/2009 12:33

Secondo me è una guerra impari: google ha troppi anni di esperienza ed ormai è un brand troppo grande per sentirsi in competizione. Finirà come tutte le altre volte..