Il sito de "La Repubblica".

Pubblicato il da The Voice of Silence

Aprendo la home page del sito on line www.repubblica.it si può facilmente notare come nella parte alta e centrale della pagina sia ripetuto fedelmente il titolo del giornale cartaceo, questo per dare continuità e un certo senso di familiarità tra la versione cartacea e quella on-line. Il sito si presenta ricco di popup e quindi anche di un quantitativo spesso eccessivo di animazione pubblicitaria. Come per tutti i giornali on-line gli aggiornamenti delle notizie hanno una scansione regolare, durante la pausa pranzo e dopo le 18 avremo dei picchi di aggiornamento in quanto l'utenza che accede al web cresce notevolmente, viceversa nei week-end e nei periodi festivi avremo dei cali di aggiornamento delle pagine in quanto l'utenza che accede al web diminuisce vorticosamente. Andando un pò più nello specifico, noteremo che lo stile delle notizie ricalca quello delle agenzie di stampa ma l'articolo di per sè è costruito come un vero e proprio servizio con tanto di titolo, sottotitolo, link e commenti che come si sa alla fine diventano commenti di commenti e non più opinioni sull'articolo. Ritornando alla home è facile notare come essa risulti un aggregato di qualcosa: di notizie, di foto, di commenti, di link e di pubblicità quest'ultima pane quitidiano per la sopravvivenza del giornale on-line. La home inoltre presenta uno scrolling lungo ciò ci fa capire come in una sola pagina sia presente un numero ragguardevole di notizie. La costruzione della home ricalca i canoni tradizionali ovvero la parte più importante è quella di sinistra dove vengono collocate le notizie di rilievo della giornata e dove la visione dell'utente è immediata; la pagina risulta inoltre ricca di colore e sono facili da rintracciare le gallerie fotografiche riguardanti spesso gli articoli, esse avranno il compito di alleggerirli e di minimizzarli rendendo più gradevole e dinamica la lettura dell'utente.

Con tag giornalismo

Commenta il post